Dizionario Italiano





a 1 
pronuncia: /ˈa/
sostantivo maschile e femminile

1 prima lettera dell'alfabeto italiano e latino, derivata dall'alfa greco e questo dal fenicio lp; nella grafia italiana rappresenta una vocale dura che ha sempre suono largo e si pronuncia con la massima apertura delle labbra e la lingua in posizione di assoluto riposo; come sostantivo può essere di genere maschile o femminile, ma è preferibile il femminile sottintendendo la parola lettera

2 nel codice alfabetico internazionale è identificata dalla parola alfa; nella compitazione telefonica è identificata con la parola Ancona

3 utilizzata in funzione di aggettivo numerale (specialmente maiuscola) indica il primo elemento di una serie ordinata secondo le lettere dell'alfabeto: classe III, sezione A | articolo 33, comma a

4 per estensione in una graduatoria indica la massima priorità o il più alto livello qualitativo: uova di categoria A | cittadini di serie A | campionato di serie A

5 negli annunci economici, la lettera A. (maiuscola e puntata), spesso ripetuta più volte, è anteposta al testo dell'annuncio per determinarne la precedenza alfabetica; così A.A.A.A. vendesi precede A.A.A. affittasi

 
SINGOLARE
PLURALE
MASCHILE
SINGOLAREa
PLURALEa
FEMMINILE
SINGOLAREa
PLURALEa
continua sotto



a 2 
pronuncia: /ˈa/
preposizione

1 preposizione semplice che si fonde con gli articoli determinativi dando vita alle preposizioni articolate al, allo, ai (a' nella forma tronca), agli, alla, alle; davanti a una parola che comincia con la vocale a, più raramente con le altre vocali, può assumere la forma eufonica ad; nella parole composte provoca il raddoppiamento sintattico della consonante su cui si appoggia (appena); nella forma contratta a' non provoca questo rafforzamento; esprime molteplici relazioni e introduce numerosi complementi

2 complemento di moto a luogo: andare al cinema, all'aeroporto, a sinistra, all'ufficio, al mercato | tornare a casa | presentarsi all'usciere | giungere a destinazione | cadere a terra | ricevere un invito a colazione; moto a luogo in senso figurato: prolungare all'infinito | venire alla conclusione | giungere a un accordo | scendere a patti, a compromessi | avviamento alla filosofia | introduzione allo studio dei classici | siamo a questo punto; in correlazione con la preposizione da, esprime il passaggio da una situazione ad un'altra: da qui a lì | da un giorno all'altro | dall'oggi al domani | andare in ferie da luglio a agosto | dal principio alla fine | cadere dalla padella alla brace; contrapposta alla preposizione da, indica passaggio da un luogo a un altro: trasferito da Cuneo a Alessandria

3 complemento di stato in luogo: vivere a Torino | stare a casa | parcheggiare al centro | abitare a Genova | lavorare all'ospedale | rimanere a casa | abitare alla periferia | essere domiciliato a Cuneo | è impiegato all'Ufficio di Igiene | trovarsi a una festa | al principio del libro | alla fine di un discorso | nel bel mezzo di una riunione | stare a lato, a fianco

4 complemento di distanza e di prossimità: abitare a due passi | la biblioteca è a 50 metri da qui | cadde a pochi metri dal traguardo | il villaggio è a quattro chilometri | a cinque chilometri da Novara | a due miglia di distanza; nella toponomastica: Francavilla a Mare | Porta a Signa | Ponte a S. Trinità | Magazzini al Corso | Praia a Mare | San Vito al Tagliamento; nelle denominazioni di locali pubblici: un'osteria all'insegna delle «Tre Galline» | (ristorante) Al Bollito

5 complemento di tempo determinato: a maggio | a Natale | prendere il tè alle cinque | a dopo | al mattino | alla sera | a notte inoltrata | alle due | alle cinque | a Pasqua | a colazione | ai pasti | ci vedremo alle sei; con valore iterativo: prendo il tram al mattino (= ogni mattina) | al sabato (= ogni sabato)

6 complemento di tempo continuato: senatore, presidente a vita

7 complemento di età: a cinque mesi | a trent'anni | si laureò a trent'anni | s'è sposato a vent'anni | è stato svezzato a sei mesi

8 complemento di pena: condannare a morte, all'ergastolo, a trent'anni di carcere, all'esilio, a cinque anni di reclusione

9 complemento di qualità: una gonna a fiori | un cane a pelo lungo | camicia a righe

10 matematica In matematica indica l'elevazione a potenza. Esempio: 4 alla quinta è l'abbreviazione di 4 elevato alla quinta potenza (45)

11 complemento di termine: dare qualcosa a qualcuno | chiedere un favore a un amico | scrivere ai genitori | un ragazzo che piace a tutti | donare ai poveri | dar da mangiare agli affamati | consegnare al fattorino | dare una ricompensa a qualcuno | resistere al nemico; nei saluti e nelle dediche: buonasera a tutti | a mamma con tanti auguri; nelle esclamazioni, con il verbo sottinteso: al ladro! | al fuoco! | alla malora!

12 complemento di mezzo o strumento: barca a vela, a remi, a motore | motore a scoppio | andare a piedi, a cavallo | giocare a palla, a carte, a dadi, al pallone (o a pallone) | scrivere a macchina | mulino a vento | fatto a mano, a macchina | vincere alla lotteria | perdere alle corse; in alcune locuzioni con valore strumentale: fare a fucilate, a pugni | fare a chi la spara più grossa, a chi l'indovina, a chi arriva prima

13 complemento di modo: acquisto all'ingrosso | vendita al dettaglio | camminare a passo spedito | strumento a corde | quaderno a righe | camminare a occhi bassi | suonare a orecchio | vendere a contanti | acquistare a credito | vestito alla moda | dormire a occhi aperti; anche per indicare una forma di governo: reggersi a monarchia, a repubblica

14 qualifica una moda, uno stile o un comportamento: vestire all'inglese | una ragazza all'antica | calzoni alla zuava | pagare alla romana | ragionare all'antica | vestire alla francese | filare via all'inglese; anche con nomi propri: alla Pompadour | alla Luigi XIV

15 indica un modo di cucinare o un tipo di cucina: bistecca ai ferri | spaghetti alla carbonara | pasta al dente | risotto alla marinara | bistecca alla fiorentina, alla Bismarck | pizza alla napoletana; sono di larghissimo uso francesismi quali: spaghetti al burro | gelato alla crema | uova al tegame | bistecca ai ferri | pollo allo spiedo; sarebbe tuttavia più corretto l'utilizzo di altre preposizioni: spaghetti col burro | gelato di crema | uova nel tegame | bistecca sui ferri | pollo sullo spiedo

16 indica una relazione di somiglianza fra due cose: bicchiere a calice | naso a patata | recipiente a cono | tramoggia a imbuto | pantaloni a zampa di elefante | culo a mandolino

17 complemento di prezzo e misura: vendere l'uva a 2 € al chilo | il decoratore si fa pagare a metro quadro | comprare a buon prezzo, a 50 centesimi l'etto | raccogliere l'uva a quintali | far quattrini a palate | viaggiare a cento chilometri l'ora

18 complemento predicativo del soggetto e dell'oggetto: prendere qualcuno a modello | chiamare qualcuno a testimone | lasciare qualcuno a guardia | fu eletto a presidente | fu nominato a giudice

19 complemento di causa e di fine

20 complementi di destinazione, scopo e vantaggio: adatto allo scopo | utile alla società | destinato a grandi imprese | dire a propria discolpa | dannoso al fegato | utile alla salute | bere alla salute di qualcuno | operò solo a suo pro

21 complemento di limitazione: brutto a vedersi | a scacchi me la cavo | a parer mio | star bene a soldi | quanto a lui | per quanto lo riguarda | a mio giudizio | a parole | bello all'aspetto | a nostro giudizio

22 indica una relazione o un ordine distributivo: mangiare tre volte al giorno | a due a due | contarsi a migliaia | a goccia a goccia | a passo a passo | a grado a grado | ad ora ad ora | quella tenuta produce quaranta quintali di grano a ettaro | uno alla volta | vende le uova a dozzine

23 in alcuni casi esprime relazioni che sono più tipiche della preposizione da: sottrarre al pericolo | far cucire un vestito al sarto | strappare alla morte | lasciar fare agli altri | attingere acqua al pozzo

24 introduce un termine di paragone: essere simile, uguale a | in confronto e in paragone a | sei superiore a lui

25 indica una condizione o una situazione: guardare una stoffa alla luce del sole | passeggiare al chiaro di luna | cenare al lume di candela; anche in espressioni figurate: agire alla luce del sole | a male parole | procedere a lume di naso

26 in alcune locuzioni si ha l'ellissi del verbo: a me! | a noi! | alla malora! | al ladro! | al diavolo! | all'armi! | al fuoco!

27 forma locuzioni sostantivate: medaglia al valore | onore al merito

28 forma locuzioni preposizionali: sopra e sotto a | davanti e dietro a | vicino a | accanto a me | rispetto a | insieme a | oltre a

29 forma numerose locuzioni avverbiali: a precipizio | a iosa | a tutto spiano | alla cieca | a patto di | a vanvera | a meraviglia | a fatica | a ruzzoloni | a furia di | alla rinfusa | alla carlona | alla scappa e fuggi | a caso | a stecchetto | a capofitto | a mano a mano

30 forma locuzioni congiuntive: a meno che | a costo di | a seconda che

31 regionale nel linguaggio famigliare, specialmente meridionale, è utilizzata con valore pleonastico specialmente in esclamazioni: beato a te | senti a me | poveretti a noi

32 letterario indica lontananza o allontanamento

33 letterario introduce il soggetto in frasi infinitive

continua sotto



a. 3 
abbreviazione

* minuscola puntata

1 abbreviazione di: anno

2 abbreviazione di autore



A. 3 
abbreviazione

* maiuscola puntata

1 abbreviazione del titolo di Altezza; il plurale Altezze si abbrevia AA.

2 si utilizza per abbreviare nomi propri che iniziano per A come Antonio, Angelo, Alberto ecc.



A 3 
abbreviazione

* maiuscola

è l'abbreviazione di autore e, secondo l'uso postale internazionale, è l'abbreviazione di assicurata



a 4 
pronuncia: /ˈa/
interiezione

* maiuscola

regionale nell'uso romanesco, precede i nomi per richiamare attenzione: a Romolo! | a Nando!; è utilizzata anche per sottolineare un rimprovero: a scemo!



a 5 
pronuncia: /ˈa/
simbolo

* minuscola

1 fisica simbolo dell'accelerazione

2 linguistica nell'Alfabeto Fonetico Internazionale indica la vocale della massima apertura a

3 metrologia simbolo dell'ara equivalente a 100 metri quadrati

4 metrologia la a anteposta a un simbolo di un'unità di misura ne moltiplica il valore per 10-18 e corrisponde a atto–

5 matematica nelle espressioni algebriche e nelle equazioni la lettera a indica generalmente il primo termine di un'equazione

6 geometria è utilizzata normalmente per indicare l'area o l'altezza

7 elettricità a (minuscola) è il simbolo dell'anodo

continua sotto



A 5 
pronuncia: /ˈa/
simbolo

* maiuscola

1 nel linguaggio comune la lettera A indica l'inizio, in opposizione alla lettera Z che indica la fine; dire o fare qualcosa dalla A alla Z indica dal principio alla fine senza omettere alcun particolare

2 chimica A assieme al più noto Ar è il simbolo dell'Argon, gas inodore, insapore e incolore appartenente alla serie dei gas nobili

3 biochimica simbolo della vitamina A, dell'axeroftolo o retinolo e dell'adenina

4 elettricità simbolo dell'Ampère

5 fisica simbolo dell'atomo, dell'atomica (intesa come bomba) e del numero di massa

6 fisica in termodinamica, simbolo dell'equivalente termico del lavoro

7 meteorologia A indica una zona di alta pressione o anticiclone

8 giochi nel gioco degli scacchi la A indica l'alfiere; più precisamente AR è l'alfiere di re e AD è l'alfiere di donna; nei giochi di carte indica l'asso

9 musica A indica la nota la nella vecchia notazione alfabetica ancora in uso nei paesi anglosassoni e germanici

10 medicina Il gruppo A è uno dei gruppi sanguigni del sistema AB0

continua sotto



A 6 
pronuncia: /ˈa/
sigla

* maiuscola

1 nelle targhe e negli usi amministrativi, Austria

2 trasporti negli usi amministrativi la sigla A, seguita da un numero, è utilizzata per indicare le autostrade italiane A4 = Torino-Milano | A14 = Autostrada Adriatica | A1 = Milano-Napoli ecc.

3 ferrovie negli usi amministrativi delle ferrovie italiane, la A seguita da un numero indica un treno accelerato

4 sport nell'alpinismo, A seguita da un numero, indica il grado di difficoltà della scalata artificiale


permalink
<<  zzz aa  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


a contrario = filosofia locuzione latina nella logica, detto di argomentazione che consiste nel ricavare da ipotesi contrarie conseguenze contrarie; si contrappone ad a pari || a pari = filosofia voce latina, ellissi della locuzione latina «a pari ratione», nella logica, si dice di ragionamento che consiste nel concludere da un caso dato a un caso simile; si contrappone ad a contrarioa pari || sapere qualcosa a menadito per filo e per segno dalla A alla Z come l'avemaria come il padrenostro = aver imparato qualcosa molto bene ed essere in grado di ripeterla e spiegarla con grande scioltezza


continua sotto

* per le locuzioni e gli esempi, vedere sotto ciascun lemma specifico

Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

a (s. masch. e femm.)
a (prep.)
a. (abbr.)
A. (abbr.)
A (abbr.)
a (int.)
a (simb.)
a (simb.)
A (sigla)
å (simb.)
a' (prep.)
a–, an– (pref.)
aa (s. femm.)
A.A. (abbr.)
AA (sigla)
aa (simb.)
A–acido (s. masch.)
aaleniano (agg.)
Aaleniano (s. masch.)
AA. LL. (sigla)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---